Ricordati da dove vieni.

Ricordati da dove vieni.

Cover Blog Iulian

Caro lettore, mi chiamo Iulian Sturniolo.

Se oggi stai leggendo queste parole e abbiamo la possibilita di conoscerci online è la dimostrazione che nella vita può succedere di tutto indipendentemente da chi sei e da dove vieni.

Quello che ti racconterò della mia vita (completamente anormale) sono tutte quelle esperienze che mi hanno portato ad essere chi sono oggi.

Sei pronto a conoscerci meglio?

Iniziamo.

Sono nato in Romania, in un piccolo paese di campagna “Margineni”. Le mie origini sono umilissime e molto povere.

Fin da piccolo non sono mai stato abituato ad avere nessuno tipo di comodità.

A casa dei miei nonni non c’era l’acqua corrente, non c’era il bagno dentro casa e non c’era il classico riscaldamento dove regoli tutto con il termostato.

Per procurarci l’acqua dovevamo camminare per almeno 800 metri e prelevarla da un pozzo naturale.

La mia “vasca da bagno” era una bacinella in plastica di mezzo metro e il nostro bagno era una fossa scavata in giardino.

Potresti pensare che in quelle condizioni non ero felice. La verità è che la felicità è dentro la nostra mente, risiede nelle piccole cose della nostra vita e non nelle cose materiali e superflue.

Adesso probabilmente ti starai chiedendo: “Ma i tuoi genitori?”

Non tutti hanno la fortuna di vivere una normale infanzia in famiglia, dove il natale si festeggia normalmente, dove i compleanni sono un momento speciale, dove la domenica è un momento di ritrovo.

Quando avevo più o meno 3 anni mia mamma è dovuta scappare in Italia. L’ha fatto perché non c’erano altre alternative.

Sono stato lontano da lei 4 lunghissimi anni, per fortuna quando sei piccolo non puoi realizzare bene che cosa ti sta succedendo, è come se fossi dentro una enorme bolla che ti protegge e ti distoglie dalla dura realtà.

Nel 2003 dopo grandi sforzi da parte di mia mamma sono arrivato in Italia.

Avevo 7 anni, non conoscevo una parola in Italiano ed ero senza un amico. Di certo, sarai d’accordo con me, non era una delle migliori situazioni.

I primi anni sono stati molto difficili. Ho dovuto imparare una nuova lingua, adattarmi ad un nuovo paese e trovare i miei primi amici.

Da Iì in poi mi sono sempre messo in gioco in qualsiasi situazione.

Ho sempre avuto una grande passione per gli sport. Ho praticato per 9 anni calcio, 3 anni calcio a 5 e altri 3 anni ping pong.

Lo sport mi ha permesso di trovare nuovi amici, nuove persone che condividevano le mie stesse passioni e avevano i miei stessi valori.

Ero ossessionato nell’essere il migliore in quello che mi appassionava e non te lo dico per impressionarti ma perché è la verità. Non mi accontentavo di essere bravo, volevo essere il più bravo in quello che facevo.

Vuoi una dimostrazione?

A 17 anni da vero appassionato del mondo Marvel e dei supereroi avevo deciso di scaricarmi un gioco per telefono “Marvel la sfida dei campioni”.

Quello che sarebbe successo da Iì in un anno e mezzo non lo avrei mai potuto immaginare.

Nel primo anno di gioco avevo capito esattamente come funzionava l’algoritmo di lotta dei personaggi all’interno del gioco ed ero riuscito più volte a classificarmi come primo al mondo nei tornei globali.

Giocavo oltre 12 ore al giorno. Stabilivo record su record e chiunque mi sfidava online finiva per perdere.

Morale della storia?

Sono stato assunto da un imprenditore miliardario che mi pagava per giocare con il suo account.

A 18 anni sono andato in Svizzera a trovarlo e per un giorno intero ho vissuto la vita di un miliardario.

Sono salito in 8 super car diverse nel giro di 12 ore. Quella che vedi nella foto è un Aston Martin da 680 CV.

Ho continuato a giocare per altri mesi e poi ho smesso per una serie di motivi tra cui l’inizio di un percorso universitario e il fatto che non avevo più tempo per gli amici e la mia famiglia.

Per quanto mi piacesse giocare al telefono non era quello che volevo fare nella vita.

II periodo da “Nerd” era finito per sempre.

Quando tutto nella mia vita sembrava essere tornato alla normalita mi e arrivato il pugno in faccia piu forte che avessi mai provato in 19 anni di vita e che mi avrebbe cambiato per sempre il mio futuro.

Vuoi sapere di che cosa si tratta? Una storia d’amore finita male.

Se anche tu sei stato male per amore sai bene che il dolore che provi ti cambia profondamente, quello che non puoi prevedere e come ti cambierà.

All’epoca io non sono stato in grado di “guarirmi” da solo e ho chiesto aiuto:

Ti presento Giorgian e Alexandra.

Loro sono due delle persone piu importanti della mia vita, non solo perché mi hanno aiutato in quel determinato periodo ma sopratutto perché mi hanno mostrato una nuova visione della vita.

Mi hanno aiutato, formato e fatto crescere in tutti i sensi.

Dal quel primo viaggio a Malta è iniziato il mio percorso di crescita personale e professionale che mi ha portato ad essere chi sono oggi come persona e come professionista.

Nel 2017, all’età di 20 anni, sono diventato il consulente più giovane al mondo a collaborare con Infusionsoft by Keap. Azienda leader di mercato nell’ambito delle automazioni dei processi di marketing per le PMI.

Da Iì nei successivi 3 anni sono andato a vivere in un altro stato, ho imparato un nuova lingua e mi sono trovato dei nuovi amici. (di nuovo)

Non solo.

Ho lasciato l’università che avevo iniziato da un anno e mezzo per dedicarmi completamente al mio futuro professionale, avevo capito che quel percorso di studi non mi avrebbe aiutato a raggiungere i miei risultati desiderati.

Non solo.

Ho incontrato migliaia di imprenditori durante gli eventi dal vivo e ho svolto centinaia di consulenze online per aiutare le attività a crescere.

Non solo.

Ho avuto la possibilità di spendere migliaia di euro in pubblicità online, testare centinaia di campagne e applicare le migliori strategie di marketing online in diversi settori.

Non solo.

Mi sono perso e mi sono ritrovato più forte di prima. Ho intrapreso a 23 anni il mio primo progetto imprenditoriale e oggi vivo delle mie più grande passioni che sono il marketing e le automazioni.

Ti ho raccontato tanto di me, da dove vengo e che cosa mi guida ogni giorno nella mia vita.

Se sei arrivato a leggere tutto fino a qui sappi che apprezzo tantissimo il tuo tempo e mi farebbe veramente piacere conoscere la tua storia.

Se vuoi condividerla con me, scrivi un commento qui sotto, sarà un onore per me conoscerti.

Un abbraccio virtuale,

Iulian

1 Comment

  1. […] Sono stato il consulente più giovane al mondo all’età di 20 anni ad iniziare a collaborare con questa realtà aziendale unica nel suo genere. Qui puoi leggere l’articolo di blog dove ne parlo… […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.